I malati di tumore assistiti da ANT sono affiancati da UGO

UGO si aggiunge e potenzia i servizi all’assistenza medica domiciliare di ANT per i malati di tumore.

Una collaborazione nata nel 2017 quella tra UGO e Fondazione ANT che ogni anno aiuta i malati di tumore e le loro famiglie nell’affrontare il duro percorso della malattia. La sinergia è nata dalla volontà di ANT di non dimenticare mai l’importanza dell’innovazione, una qualità intrinseca nella sua storia, che permette di guardare ai nuovi bisogni, integrare i propri servizi e valorizzare la nascita di nuove realtà emergenti con cui fare rete per tendere la mano a sempre più persone.  

UGO è la prima piattaforma di caregiving che supporta il paziente offrendo un aiuto concreto complementare ai servizi di Fondazione ANT, mettendo a disposizione operatori selezionati e formati per garantire una presenza di massima fiducia ai malati, quando nessuno della propria famiglia può essere presente o quando chi c’è affronta a sua volta tante difficoltà. UGO non è solo un aiuto logistico e fisico ma anche psicologico, basato sulla forte empatia e capace di alleviare il peso della malattia. In ospedale il tempo è lungo, le ore sono pesanti e impegnative, se si è da soli ci si sente più fragili che mai. Se invece si è in compagnia, con accanto una persona piacevole, che sa’ ascoltare e chiacchierare, si riesce a ‘volare con la mente’ un po’ più in là, lontano da sale d’attesa, infusioni, esami del sangue, verso ricordi di modi di vivere delle generazioni passate, momenti condivisi che è bello raccontarsi con il sorriso. Questo avviene coi nostri operatori e giorno dopo giorno, servizio dopo servizio, imparano a conoscere a fondo il malato, le sue paure, i suoi bisogni e come sostenerlo. 

Ogni giorno i nostri operatori supportano malati di tumore insieme a Fondazione ANT.

Milano, Roma, Lecce e da quest anno anche Firenze, sono le città in cui il servizio di affiancamento UGO con ANT è attivo e gratuito. Dal 2017 i nostri operatori hanno affiancato centinaia di pazienti, mettendo a disposizione le loro energie con l’obiettivo di combattere l’isolamento e offrire un aiuto concreto non solo agli utenti in prima persona ma anche alle loro famiglie.

Nei primi sei mesi del 2020 i servizi erogati da UGO sono stati 538 per 72 pazienti assistiti. E tutto questo avviene gratuitamente grazie al sostegno della Fondazione. I servizi di ANT non si sono fermati nemmeno durante l’emergenza Coronavirus, ma hanno continuato ad aiutare i pazienti fornendo loro le cure assistenziali necessarie nella sicurezza della propria casa. E UGO ha aiutato le famiglie a gestire le proprie necessità mettendo a loro disposizione un servizio gratuito di spesa, consegna farmaci e altre commissioni necessarie.

Qualche settimana fa, insieme ai referenti di ANT, abbiamo toccato questa tematica e condiviso alcune esperienze vissute. Guarda qui la video diretta dove Michela Conti, co-fondatrice di UGO, parla delle cure a supporto del malato e del ruolo del Caregiver.

I benefici della collaborazione fra UGO e Fondazione ANT

Al paziente 

L’esperienza del paziente nel suo percorso di cura viene migliorata. Gli operatori entrano in punta di piedi nel quotidiano dei pazienti, con delicatezza e discrezione, e li affiancano diventando “compagni di viaggio”. Spesso chi è malato e fragile non vuole disturbare, dopo i primi tempi non accetta più di chiedere ai propri cari di dedicargli molto tempo, sacrificare gli impegni, mettere tanta energia nella cura. Anche se la famiglia lo fa con il cuore e con piacere, per questi motivi i malati iniziano a rinunciare a tutto, dire sempre che va tutto bene, nascondere il proprio stato d’animo per non dare dolore. Ma con gli operatori UGO, esterni al nucleo famigliare, ritrovano un momento per lasciarsi andare, una valvola di sfogo, una persona che può dedicare il proprio tempo senza  trascurare bambini, lavoro, casa o altre responsabilità e che può ascoltare e conoscere i momenti di luce e di buio che la malattia ci mette di fronte. 

Dal punto di vista pratico UGO raggiunge la persona a casa, la accompagna in ospedale, con vettura propria o con quella del paziente, le sta accanto per tutto il tempo e in ogni attività, fino al rientro a casa.  Se utile, si rende ponte di comunicazione fra medico, paziente e famiglia. Molti pazienti sono sollevati, rassicurati e quando sono a casa, ritrovano tempo di qualità e uno stato d’animo più sereno con le persone che amano. 

Ai caregiver 

Il caregiver fa di tutto per gestire in modo completo i carichi di cura e stare accanto al proprio caro malato. Ma le responsabilità sono tante, gli impegni in agenda fra lavoro, famiglia, bambini e casa sono difficili da conciliare. UGO lo aiuta sul piano organizzativo e allevia la sua ansia di dover riuscire a fare tutto, senza far mancare mai niente a nessuno. Il servizio di caregiving riduce lo stress, porge un sostegno per gestire la malattia insieme, con collaborazione. In questo modo vogliamo aiutare figli, figlie, nuore, nipoti a conciliare vita privata e lavoro e allo stesso garantire ai malati una gestione ottimale della terapia.

Ai medici e alle strutture 

I pazienti spesso non si riescono a rispettare i ritmi della terapia e questo avviene per vari motivi: i familiari hanno tanti impegni e all’ultimo non riescono a gestire l’accompagnamento; la persona sola si sente demotivata e non si presenta; le persone anziane sono spesso confuse e dimenticano o sbagliato date. UGO serve anche a questo: impedire al paziente di saltare appuntamenti o interrompere cicli di terapia in caso di mancato supporto da parte della famiglia o momenti di sconforto. Gli imprevisti vengono gestiti in modo ottimale dai nostri operatori che comunicano in modo tempestivo con le strutture ospedaliere e medici di riferimento. Fornire supporto nella gestione pratica della terapia eliminando condizionamenti esterni è uno dei compiti di UGO perché è la migliore garanzia che un percorsa di cura abbia il miglior esito sperato e che le condizioni di salute della persona vengano controllate e gestite per assicurargli la miglior qualità della vita possibile. 

Il servizio di accompagnamento apporta grandi benefici su più livelli: aumento della sicurezza dei malati, ottimizzazione dei tempi e dei risultati della terapia, life balance dei singoli individui e delle famiglie. ANT con l’inserimento di UGO nel suo piano assistenziale contribuisce ad una gestione più serena delle attività quotidiane legate alla salute di soggetti non autosufficienti e questa prima fase di progetto ci ha restituito risultati importanti, con un’aderenza alla terapia dei pazienti affiancati del 100%. Il nostro impegno continua per migliorare la qualità della vita dei malati di tumore e di ogni persona fragile per età o malattia.  

Contattaci per avere altre informazioni!

UGO è la prima piattaforma digitale che assiste le famiglie “creando” e mettendo a disposizione un Caregiver on-demand. UGO si occuperà di aiutare e supportare te o un tuo caro durante cicli di terapia, visite o esami in ospedale.