pixel

Ricordiamoci di splendere! Buona Festa della Donna.

Dalle suffragette ad oggi le battaglie delle donne si fanno ancor più impegnative, poichè riguardano la loro sfera più intima e personale.

Il mondo femminile oggi si scontra con il tempo e lo spazio, tra l’essere pienamente sé stesse, donne realizzate e soddisfatte e contemporaneamente riuscire a soddisfare le esigenze del microcosmo che le circonda, rendendolo, nonostante tutto, “in rosa”. Ciò che è rimasto immutato nella storia della donna è il suo essere fulcro di una famiglia e riuscire a far confluire in capo a lei le preoccupazioni e i problemi, potendo contare su spalle sufficientemente ampie e cervello rapidamente connesso per risolvere una serie concatenata di attività ritenute “di vitale importanza”.

UGO: UN TEAM AL FEMMINILE

A livello operativo UGO è un team tutto al femminile che intercetta, organizza e sviluppa l’accompagnamento e il supporto per persone fragili, malate e disabili. E le donne che si avvicinano al mondo UGO sono caregiver alla ricerca di una soluzione organizzativa, spesso legata alla cura di genitori anziani o malati. All’interno della vita familiare, in un vortice frenetico di incastri per le molte figlie, mamme, nipoti, riuscire a delegare ad UGO l’accompagnamento dei propri familiari significa ottimizzare il tempo a disposizione e gestire la quotidianità in maniera più tranquilla.

DONNE, STATE BENE CON VOI STESSE!

In questa giornata vorremmo ricordare a tutte le donne l’importanza di stare bene con se stesse, poiché da questo dipende il benessere del mondo che le circonda. Per farlo è essenziale liberarsi di alcune corazze, che si pensa reggano l’imponente peso delle donne caregiver ma in realtà provocano limitazioni che a lungo andare deteriorano lo spirito vitale di ciascuna di noi, con rischi di burnout, depressione e altro.

3 CONSIGLI PER RICORDARSI DI SPLENDERE

L’8 marzo vogliamo sia una giornata di riflessione, per far capire a molte donne caregiver come volersi bene. Ecco i 3 consigli per ricordarsi di splendere:  

  1. Via i sensi di colpa. Non si è mai certi di fare la cosa migliore e si pensa sempre di poter fare di più per le persone che si amano, noi donne non ci accorgiamo che così facendo non ci basteremo mai e non capiremo che quello che facciamo è esattamente ciò che possiamo fare, senza “se” e senza “ma”. Quindi sentiamoci libere di fare solo ciò che riusciamo a fare.

     

  2. Time4You. Dedicarsi qualche ora significa volersi bene e coccolare prima di tutto se stessi per affrontare meglio i momenti in cui mente e corpo saranno messi a dura prova dalle varie casistiche da gestire. Quando continuiamo a rimandare qualcosa che ci renderebbe felici ci stiamo prendendo in giro; non è il tempo che ci manca, ma la convinzione che i nostri progetti siano una necessità e quindi rendiamo i nostri bisogni superflui e immeritati.

     

  3. Vivi il presente e lasciati andare. Non farti prendere dalla tristezza o dal senso di incomprensione o solitudine, vivere il momento è un dono da saper apprezzare minuto per minuto e concedersi un bel respiro e un sorriso renderà la giornata migliore anche per chi ci sta di fronte.  L’importante è confrontarsi, dialogare e far sapere ciò che si prova e quali possono essere i sentimenti contrastanti che si vivono, senza freni o inibizioni, si tratta di uno scambio emotivo essenziale per evitare di lasciarsi andare, conoscersi e metterci in relazione con le persone che amiamo o che possono aiutarci.

A TUTTE AUGURIAMO BUONA FESTA DELLE DONNE! 

FESTA DELLA DONNA
FESTA DELLA DONNA
FESTA DELLA DONNA
DONNE CAREGIVER
DONNE CAREGIVER
DONNE CAREGIVER
LA FORZA DELLE DONNE
LA FORZA DELLE DONNE
LA FORZA DELLE DONNE