UGO e Novartis affiancano pazienti con patologie della retina

UGO e Novartis uniscono le forze per offrire un servizio di assistenza a pazienti con patologie della retina

Grazie alla collaborazione nata a Luglio 2020, UGO e Novartis hanno come obiettivo assistere e supportare gli utenti per far ripartire il percorso del paziente con patologie della retina. Le patologie della retina rendono fragili le persone che ne soffrono e bisognose di assistenza nel seguire le terapie e nel recarsi presso i centri di cura. I caregiver giocano un ruolo chiave in questo contesto, ma non tutti i pazienti hanno familiari che possano accompagnarli nel percorso di terapia.

Durante il lockdown la situazione è diventata ancora più allarmante; infatti moltissimi pazienti non si sono più recati presso i centri di cura. Ed è qui che entra in gioco UGO: la prima piattaforma di caregiving che supporta gli utenti ipovedenti e non vedenti offrendo loro un aiuto concreto.  

Il contributo degli operatori UGO

UGO mette a disposizione operatori selezionati e formati per garantire una presenza di fiducia ai pazienti che affrontano cicli di terapia. Quando nessuno della famiglia può essere presente per i pazienti, ci pensa UGO a loro! UGO non è solo un aiuto logistico e fisico ma anche psicologico, basato sulla forte empatia. Questo avviene con i nostri operatori e giorno dopo giorno, servizio dopo servizio, imparano a conoscere a fondo il malato, le sue paure, i suoi bisogni e come sostenerlo. 

Come funziona

Il servizio offerto assicura ai pazienti, spesso ipovedenti, la possibilità di affrontare con regolarità e senza ostacoli il percorso di cura nel quale sono impegnati. Nello specifico, gli operatori di UGO forniscono  l’assistenza necessaria per accedere correttamente a tutti gli appuntamenti di terapia e follow-up ospedalieri. UGO aiuta a gestire gli orari e le regole del reparto, orientarsi nella struttura, affinché sia salvaguardata la continuità e l’appropriatezza terapeutica del paziente. 

Il progetto nato tra UGO e Novartis apporta grandi benefici al paziente e alla sua famiglia.

 

I benefici della collaborazione fra UGO e Novartis

Al paziente 

Luca Vergari, Head of Franchise Ophtha di Novartis Italia, dice: “recentemente mi sono recato in due grandi ospedali romani e ho potuto constatare di persona quanto i pazienti con patologie retiniche abbiano difficoltà a riprendere il percorso di cura. Interrompere la periodicità delle visite specialistiche e del trattamento terapeutico significa esporsi a un rischio maggiore di quello del Covid: la perdita della vista. Una situazione allarmante, che ci è segnalata sia dai pazienti stessi, sia dai clinici”. Il progetto tra UGO e Novartis nasce infatti dalla necessità di fare tornare i pazienti presso i centri ospedalieri di cura. 

Ai medici e alle strutture 

Il progetto crea anche una sinergia tra specialista oculista e paziente. Il medico individua i pazienti a cui destinare il sostegno sulla base di criteri sia relativi alla fragilità fisica, sia di carattere psicologico, sociale ed economico: tra i primi, una visione molto compromessa, monocolare, o la ridotta mobilità; tra gli altri, l’isolamento, l’assenza di supporti familiari, la scarsa presenza di caregiver. Dopo aver ottenuto il consenso e l’adesione al progetto del paziente, quest’ultimo viene affiancato da un operatore UGO, e che si occuperà, tra l’altro, di recepire il calendario della terapia e facilitare la comunicazione medico-famiglia.

“Fornire servizi utili al paziente, ai caregiver e ai nostri centri rappresenta la nostra missione nel presente e nel futuro”  – Luca Vergari, Head of Franchise Ophta di Novartis Italia.

Contattaci per avere altre informazioni!

UGO è la prima piattaforma digitale che assiste le famiglie “creando” e mettendo a disposizione un Caregiver on-demand. UGO si occuperà di aiutare e supportare te o un tuo caro durante cicli di terapia, visite o esami in ospedale.