Cos'è la legge 104? Domande e risposte più frequenti

feb 23. 2021

Cos'è la 104?

Conciliare l’assistenza ad un proprio caro con l’attività lavorativa può essere difficoltoso. Nel caso in cui l’assistito sia stato riconosciuto come persona con handicap, la normativa prevede la possibilità di usufruire di determinate agevolazioni stabilite dalla Legge 104 per aiutare il caregiver familiare nell’affrontare quotidianamente la cura e l’assistenza del familiare.

In questo approfondimento cerchiamo di dare risposte alle domande più frequenti sul tema con la collaborazione di Livia Passalacqua, avvocato dello Studio Legale Poretti Passalacqua e fondatrice di Formula Terza Età.

Cos’è la Legge 104?

La Legge 5 febbraio 1992, n. 104, in gergo chiamata “Legge sulla Disabilità” prevede una serie di principi e misure volte all'assistenza, all'integrazione sociale e più in generale a rendere effettivi i diritti delle persone disabili.

Chi può usufruire della legge 104

La legge si applica ai sensi dell’articolo 3, a tutte le persone portatrici di handicap o disabilità, siano esse italiane o straniere, apolidi, residenti, domiciliate o aventi stabile dimora nel territorio nazionale, ed ai loro parenti.

Cosa si intende per handicap?

L'handicap è la situazione di svantaggio sociale che dipende dalla disabilità o menomazione e dal contesto sociale di riferimento in cui una persona vive (art. 3 comma 1, Legge 104/1992).

Ai sensi della legge 104 per disabile si intende un soggetto che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione.

Esistono quattro categorie fondamentali in cui è possibile dividere la disabilità: disabilità sensoriale, motoria, intellettiva e psichica. Le quali possono manifestarsi contemporaneamente (pluri-disabilità), o singolarmente. 

Cosa si intende per Handicap grave?

L'handicap viene considerato grave quando la persona necessita di un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione (art. 3 comma 3, Legge 104/1992).

Cosa prevede la legge 104?

Fra i principali strumenti per rendere effettivi i diritti della Legge 104 possiamo annoverare benefici fiscali, speciali permessi di lavoro retribuiti - tanto per i disabili, quanto per i caregiver –,  norme a sostegno dei lavoratori e degli studenti (anticipo pensionistico, norme per l’integrazione scolastica, programmi di reinserimento sociale e occupazionale), benefici per la cura la riabilitazione, e l’eliminazione delle barriere architettoniche, permessi speciali per i parcheggi e i servizi di trasporto, diritto di voto al domicilio e così via.

Benefici fiscali

La legge prevede numerosi benefici fiscali richiedibili dal portatore di handicap e dai suoi familiari, numerosi sgravi, anche in materia di bollo auto, eredità, spese mediche e di assistenza specifica (infermieristica e riabilitativa, animazione o terapia occupazionale), acquisto di mezzi d’ausilio alla deambulazione o ulteriori ausili specifici.

Permessi da Lavoro Retribuiti

La Legge sulla Disabilità disciplina trattamenti economico-previdenziali in tema di lavoro per i parenti che assistano un disabile grave, riconoscendo loro il diritto di fruire di permessi retribuiti dal lavoro. Vai sul sito dell’INPS per saperne di più

L’anticipo pensionistico

I lavoratori che risultano invalidi oltre il 75%, a partire dalla data del riconoscimento, hanno diritto a 2 mesi annui di contributi figurativi aggiuntivi, per riuscire ad andare in pensione anticipatamente, restando fisso a 5 anni l’anticipo massimo consentito. Quelli che hanno un’invalidità superiore all’80% hanno diritto ad accedere alla pensione di vecchiaia anticipata.

Come si fa la domanda di legge 104?

La domanda deve essere proposta tramite il sito dell’INPS dall’interessato o da chi lo rappresenta legalmente.

È necessario prima richiedere che il medico “di famiglia” emetta un certificato telematico. Il certificato medico del medico curante (c.d. certificato introduttivo) dovrà attestare la natura delle infermità validanti e delle patologie.

Il certificato ha validità 90 giorni (messaggio INPS 28110/2010).

Una volta che la domanda è stata presentata sul sito dell’INPS, si potrà controllare il suo stato di avanzamento.

E’ bene ricordare che l’accertamento dell’handicap e di invalidità sono due domande che possono essere richieste contemporaneamente. Leggi l'approfondimento sulla pensione di invalidità per saperne di più

Perché si possano ottenere i benefici alla legge 104, l’articolo 4 della stessa richiede l’accertamento della situazione di handicap da parte unità sanitarie locali mediante le commissioni mediche. In astratto per l’effettuazione delle visite ordinarie è previsto un tempo massimo di 30 giorni dalla domanda (15 per i pazienti oncologici). Nella prassi purtroppo questi termini non sono mai rispettati.

Alla visita medica il cittadino dovrà portare il certificato introduttivo in originale, ed i documenti indicati nella lettera di convocazione. Potrà farsi assistere da un proprio medico di fiducia.

Nel caso in cui la persona sia intrasportabile (il trasporto comporta un grave rischio per l’incolumità e la salute della persona) è possibile richiedere la visita domiciliare.

Anche in questo caso la procedura è informatizzata e spetta al medico abilitato a rilasciare il certificato introduttivo.

Le commissioni devono pronunciarsi entro 90 giorni dalla richiesta. Qualora questo termine non fosse rispettato, gli accertamenti potrebbero essere effettuati anche in via provvisoria da un medico specialista nella patologia denunciata, che ha effetto sino all'emissione dell'accertamento definitivo da parte della commissione entro i successivi 180 giorni.

”Livia Passalacqua – Studio Legale Poretti – Passalacqua”

Entra a far parte del mondo UGO!

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sui i vantaggi riservati a chi si prende cura in casa delle persone anziane, sul servizio di accompagnamento UGO ed altri sconti riservati.

  

Grazie di esserti iscritto alla nostra Newsletter.

Riceverai ogni settimana aggiornamenti e offerte dal mondo UGO. Siamo felici di darti il benvenuto!