Paura di vedere i genitori invecchiare

nov 14. 2022

Come caregiver familiare di un genitore anziano, affrontare l'invecchiamento può essere una sfida per molte ragioni.

Guardare una persona cara ‘’declinare’’ e poi sentirsi impotenti a cambiare la situazione è una preoccupazione quando si affronta l'invecchiamento di una familiare. 

Sebbene i genitori che invecchiano possano provare sentimenti di rifiuto, possono essere intraprese scelte per rispondere positivamente alla gestione di questa fase della vita.

Quando i genitori anziani fanno fatica ad accettare il cambiamento

Nel momento in cui i nostri genitori invecchiano, alcuni accettano i cambiamenti con grazia. Altri genitori anziani non accettano di invecchiare e rifiutano di adattarsi a questi cambiamenti.

Affrontare l'invecchiamento fa parte della vita. Tuttavia, se i genitori anziani negano l'aumento dei problemi di salute o l'indebolimento delle capacità di gestione quotidiana possono portare il caregiver familiare a sentirsi triste o impotente.

I continui cambiamenti nella salute dei propri cari si traducono in maggiori responsabilità e più tempo dedicato alla loro assistenza. Sebbene il caregiving sia un impegno visto come un dovere e una responsabilità, il ruolo non è privo di sfide e stress.  Trovarsi improvvisamente bloccati nel mezzo, crescere i figli, lavorare e prendersi cura dei genitori anziani può creare squilibrio nella vita dei caregiver familiari.

Un figlio adulto può essere l'unico caregiver di un genitore anziano?

I caregiver familiari raramente sentono qualcuno dire: "Lascia che ti dia alcune informazioni sull'assistenza che potrebbero esserti utili". Invece, spesso ciò che si sentono dire sono segnali di critica, non solo verso quello che fanno per i familiari, ma anche per quello che non riescono più a fare per il resto della famiglia.

Per queste ragioni non è così raro che i caregiver familiari dicano: "Sono stanco di essere un caregiver" quando non sanno dell'esistenza di tanti aiuti e supporti esterni. 

I caregiver familiari credono di poter gestire tutti i problemi quando la realtà è che le responsabilità del prendersi cura sono più complesse di quanto si possa immaginare. Si isolano e lasciano che la solitudine prenda il sopravvento.

Se ti trovi in questa situazione, è utile cercare informazioni che possono fornirti alcune delle risposte di cui hai bisogno.

Essere pronti a chiedere aiuto

Imparare a navigare nel cambiamento è l'impatto dell'invecchiare. Essere pronti al cambiamento significa che i caregiver escono volentieri dalla loro comfort zone accettando aiuti da parte di amici o da realtà di supporto che ancora non conoscono. 

La ricerca di diversi punti di vista e di feedback sulle realtà di caregiving professionale presenti nel territorio avviene attraverso la ricerca o il passaparola.

Internet ha cambiato il mondo del caregiving. In passato, le realtà di supporto erano disponibili e rintracciabili solo in luoghi fisici. Oggi sono disponibili online supporti preziosi. Affrontare l'invecchiamento di un genitore è oggi più facile per coloro che sono disposti a essere proattivi nella ricerca, anche tramite lo strumento digitale.

Un approccio diverso al caregiving è l'idea della collaborazione nella risoluzione dei problemi. Quindi, invece di farcela da solo rispondendo a una crisi dopo l'altra, hai soluzioni e opzioni a portata di mano prima ancora di incontrare difficoltà. Conoscere i propri limiti come caregiver è una base per la collaborazione, la risoluzione dei problemi e la creazione di un piano di assistenza per i propri cari.

Collaborare per risolvere i problemi significa che non sei responsabile della risoluzione di tutti i problemi da solo.

Coinvolgere altri membri della famiglia o caregiver di professione che hanno esperienza nel ruolo è un modo per creare un piano per prendersi cura dei genitori anziani. La condivisione della cura dei propri cari è fondamentale: ad esempio c’è chi può offrire compagnia quotidiana, chi invece può accompagnarlo in determinati luoghi (ad esempio a fare una visita, una terapia, una passeggiata), chi può occuparsi delle commissioni (ad esempio fare la spesa, ritirare un referto). L’importante è che ciascuno faccia la sua parte.

Imparare a superare il senso di colpa che governa sovrano

In un sistema culturale che taccia come colpa il non riuscire a occuparsi sempre in prima persona dei propri genitori “Con tutto quello che hanno fatto per te”. Prendersi cura significa tante cose, si va per vie e modi diversi, significa stare tutti bene e rendere possibile la gestione della sfera famigliare e personale a 360 gradi.

Oggi la struttura familiare è cambiata, entrambi i coniugi spesso lavorano, in tanti si vive in parti diverse di Italia o all’estero: non si può pensare che qualcosa evolva e cambi e qualcosa resti bloccato in modelli obsoleti. Siamo promotori di un cambiamento in cui anche prendersi cura viene fatto in modo piu ''moderno”, ma ricco sempre di amore e qualità

Ognuno di noi ha l'opportunità di interagire positivamente con coloro che conosciamo che sono più anziani per ispirare e promuovere un impegno attivo nella vita. L'invecchiamento dovrebbe essere qualcosa da guardare positivamente, sia per il genitore anziano che per il figlio, e non una tappa della vita da temere.

È tempo di adottare un approccio diverso al caregiving? Solo tu puoi rispondere a questa domanda.

Entra nel mondo UGO

UGO è il servizio di caregiving professionale per anziani, dona autonomia ed equilibrio e diventa una risorsa per la famiglia. Se questo articolo ti è stato utile, iscriviti alla newsletter per ricevere più informazioni sul supporto che offriamo agli anziani e alle loro famiglie.

Grazie di esserti iscritto alla nostra Newsletter.

Riceverai ogni settimana aggiornamenti e offerte dal mondo UGO. Siamo felici di darti il benvenuto!