Invecchiamento attivo: iniziative e progetti per anziani

ott 13. 2021

Quante volte è capitato di chiedersi quali fossero se le attività da proporre alle persone anziane che ci circondano per poterle aiutare ad “invecchiare bene”: supportare i propri cari nel mantenersi attivi dal punto di vista fisico e mentale è una priorità per molte famiglie che hanno a cuore la tutela della salute delle persone più fragili. Vediamo quali sono le attività che possono essere proposte e svolte per portare avanti un invecchiamento attivo delle persone vicine e care. 

Invecchiamento attivo, cosa significa?

L’invecchiamento attivo non è un’etichetta causale, ma è un concetto molto importante che è stato definito dal Dipartimento per le politiche della famiglia. Questo termine, infatti, definisce “il processo di ottimizzazione delle opportunità di salute, partecipazione e sicurezza per migliorare la qualità della vita delle persone che invecchiano''.¹

L’invecchiamento attivo implica la possibilità di essere (o mantenersi) attivi, o attivarsi, in maniera formale e informale in differenti ambiti della socialità o nella sfera personale. Le attività possono essere scelte in maniera libera, a seconda degli interessi e delle aspirazioni della persona anziana che dovrà svolgere. È importante scegliere degli ambiti in cui ci si sente particolarmente coinvolti o motivati all’azione, in modo da poter portare avanti il proprio impegno nel tempo. 

L’efficacia dell’invecchiamento attivo è testimoniata da numerosi studi² che sottolineano il legame positivo tra coloro che si impegnano per non lasciare scorrere gli anni in maniera passiva e i benefici mentali e fisici di questa scelta. Ad esempio, lo sapevi che le persone che si impegnano nell’invecchiamento attivo hanno la percezione della qualità della vista superiore e più soddisfacente rispetto a chi, invece, si è lasciato andare?

Iniziative per favorire l’invecchiamento attivo 

Aiutare un membro della propria famiglia ad invecchiare bene può essere una sfida se non si sa quali attività proporre. Per cominciare può essere utile distinguere, in base all’inclinazione di chi le dovrà svolgere, tra attività sociali e personali. 

Tra le prime attività per anziani rientrano: 

  • coltivare le relazioni sociali: figli, cugini, nipoti o semplicemente amici possono impegnarsi a mantenere vive le relazioni sociali dei propri cari. In questo senso, potrebbe essere utile proporre l’iscrizione all’Università della terza età, a cicli di conferenze tematiche o corsi di formazione su argomenti specifici. Questo genere di iniziative non è generalmente faticoso per le persone anziane che le devono seguire e, al contrario, sono l’occasione per mantenere attiva la mente e stringere nuove amicizie con persone che condividono gli stessi interessi.

  • fare i nonni: quando è possibile e le condizioni di salute lo permettono, fare i nonni è tra le attività di invecchiamento attivo più apprezzate. Instaurare un rapporto con i nipotini e ripercorrere con loro alcuni dei loro momenti di crescita può essere un’occasione unica per molti nonni che possono occuparsi di loro per qualche ora durante la giornata. 

  • andare a teatro: il teatro e gli spettacoli sono due eventi mondani ai quali le persone anziane partecipano con grande interesse, soprattutto se in gioventù avevano coltivato questa passione. Il teatro, infatti, oltre ad assicurare un momento di svago, sono anche una splendida occasione per poter creare nuove relazioni sociali. 

In alternativa, per promuovere l’invecchiamento attivo è possibile proporre alcune attività che fanno capo alla sfera personale, tra cui: 

  • coltivare un hobby: alcune persone anziane desiderano riprendere o cominciare a coltivare un hobby, come il giardinaggio, il bricolage o la pittura. È preferibile che si tratti di attività non pericolose e che permettano di raccogliere delle buone soddisfazioni: infatti, l’insoddisfazione o la frustrazione potrebbe portare ad abbandonare un hobby prima di quanto si possa pensare. 

  • dedicarsi al turismo: se la persona che vuole invecchiare attivamente ha ancora la possibilità e il desiderio di camminare in maniera agevole, è possibile organizzare un viaggio alla scoperta di alcune città italiane. Coinvolgere la persona anziana in viaggi organizzati permette non solo di mantenerla attiva dal punto di vista fisico e mentale, ma anche di coltivare nuove relazioni. 

  • musica: gli effetti benefici della musica sulla mente sono stati dimostrati da differenti studi che ne sottolineando la capacità di intrattenere e calmare chi la ascolta. Da questo punto di vista si può quindi incoraggiare la persona a riprendere a suonare uno strumento o regalare la possibilità di partecipare a brevi concerti o conferenze che introducano alla lettura della musica.

In aggiunta a queste attività, è possibile proporre a chi vuole dedicarsi all’invecchiamento attivo di svolgere quotidianamente un’ora di enigmistica che aiuta a mantenere attiva la mente e sviluppare la capacità di risolvere piccoli enigmi. 

Non bisogna sottovalutare anche la possibilità di suggerire alla persona anziana di iscriversi ad un corso di ginnastica dolce per anziani: si tratta di iniziative che permettono di mantenersi attivi eseguendo esercizi, spesso molto semplici, sia nella palestra sia successivamente a casa. La ginnastica dolce per anziani permette non solo di mantenere il corpo in movimento, ma comporta anche numerosi benefici psicologici, favorendo il rilassamento della mente.

¹ Fonte: http://famiglia.governo.it/it/politiche-e-attivita/invecchiamento-attivo/linvecchiamento-attivo-introduzione/ 

² Fonte: http://famiglia.governo.it/it/politiche-e-attivita/invecchiamento-attivo/linvecchiamento-attivo-introduzione/

La solitudine, il peggior nemico dell’invecchiamento attivo

A prescindere dall’attività che viene scelta per combattere l’invecchiamento (sia mentale, sia fisico), è opportuno assicurarsi che la persona anziana non trascorra troppo tempo da sola. Infatti, è proprio la solitudine il peggior nemico da coinvolgere: quando si passa molto tempo senza compagnia, si corre il rischio che la pigrizia possa avere il sopravvento. Questo problema è ancora più significativo per gli anziani che potrebbero anche chiudersi in se stessi se non godono della giusta compagnia o degli stimoli mentali adatti per invecchiare bene. 

Noi di UGO ci impegniamo per mantenere l’anziano attivo, evitando che questo rimanga solo per lunghi periodi e aiutandolo con l’invecchiamento attivo. Per fare questo, possiamo accompagnare la persona a fare le commissioni, la spesa o a teatro piuttosto che nei circoli ricreativi che preferisce; inoltre, possiamo più semplicemente fare compagnia alla persona che altrimenti sarebbe sola e aiutarla a mantenersi attiva: si possono quindi svolgere alcune attività insieme, tra cui le parole crociate, guardare la televisione e conversare amabilmente. Il nostro apporto benefico alle persone anziane è quotidiano offrendo un supporto personalizzato sulla base delle sue necessità e di quelle della sua famiglia. 

Entra a far parte del mondo UGO!

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sui i vantaggi riservati a chi si prende cura in casa delle persone anziane e sui nostri servizi di supporto.

  

Grazie di esserti iscritto alla nostra Newsletter.

Riceverai ogni settimana aggiornamenti e offerte dal mondo UGO. Siamo felici di darti il benvenuto!